Uffici IAT della Toscana: nuova organizzazione e finanziamenti previsti


Un’informazione completa sul territorio e sui prodotti turistici offerti che dovrà essere fornita da personale adeguatamente formato: sono alcune delle disposizioni che riguardano gli uffici IAT della Toscana per la gestione dell’accoglienza e dell’informazione turistica, secondo quanto stabilito dal regolamento attuativo del Testo Unico sul Turismo n.86/2016.

Il regolamento, approvato alcune settimane fa dalla Giunta regionale della Toscana, specifica come attuare quanto previsto dalla legge entrata in vigore lo scorso anno. In particolare, per quanto riguarda gli uffici IAT della Toscana, le indicazioni riportate vanno dalla disposizione dei locali fino ai requisiti richiesti al personale.

I NUOVI UFFICI IAT DELLA TOSCANA: ORGANIZZAZIONE E FINANZIAMENTI

I nuovi uffici IAT della Toscana infatti dovranno essere facilmente accessibili, a cominciare dalle persone con disabilità. Gli ambienti dovranno essere adeguatamente arredati, dotati di wifi free, con almeno due computer, di cui uno destinato all’utenza con connessione internet. Gli uffici dovranno rimanere aperti almeno 12 ore al giorno, in caso di IAT regionali, e almeno 8 ore al giorno se locali.

Il personale dovrà essere in possesso almeno del diploma di scuola media superiore e adeguatamente preparato: per questo dovrà seguire periodicamente corsi di formazione, così da rimanere aggiornato sui servizi e le risorse disponibili per il turista. Ciascun turista infatti dovrà ricevere informazioni dettagliate su tutti i servizi offerti dal territorio, dai trasporti ai pubblici esercizi, oltre a informazioni su itinerari turistici, risorse storico-artistiche, manifestazioni, sport e tempo libero.

Oltre al servizio di informazione turistica, gli IAT toscani dovranno anche essere in grado di offrire assistenza in caso di reclamo per disservizi ed essere dotati di apposite schede per permettere al turista di esprimere una valutazione sul grado di soddisfacimento del servizio richiesto.

Infine, il personale dovrà compilare per ogni utente una scheda di rilevazione contente i dati relativi a nazionalità, fascia di età, mezzo di trasporto utilizzato per giungere in Toscana e nel Comune e tipologia di informazioni richieste all’ufficio.

Le indicazioni dettagliate sulla struttura degli uffici IAT della Toscana sono già disponibili online.

“L’obiettivo del regolamento è rendere gli uffici IAT della Toscana sempre più preparati ad accogliere e informare al meglio il turista: queste strutture infatti rappresentano il biglietto da visita della Toscana e il loro lavoro è fondamentale per il buon funzionamento degli ambiti e dei prodotti turistici omogenei” commenta Alessandro Tortelli, direttore CST Firenze.

L’ambito turistico omogeneo e il prodotto turistico omogeneo sono i due elementi alla base dell’organizzazione del turismo in Toscana voluta dal Testo Unico. Nelle scorse settimane la Regione Toscana ha stanziato 2,5 mln di euro per sostenerne l’avvio e, tra le spese finanziabili, rientrano anche alcune attività relative proprio agli uffici IAT.

In particolare sono finanziabili le spese relative a:

  • progettazione ed ottimizzazione del servizio di informazione ed accoglienza fra i vari uffici di ambito (esclusi costi fissi – affitti, personale dell’ufficio, utenze);
  • sistemi informatici e sviluppo di piattaforme e strumenti digitali per il miglioramento del sistema di informazione di accoglienza dell’ambito;
  • consulenze e servizi necessari per le operazioni.

COMUNI, IAT E NUOVE REGOLE DEL TURISMO: RIPARTE IL TOUR ANCI OFFICINE D’IDENTITA’

Per illustrare le opportunità offerte dal Testo Unico del Turismo, anche in materia di accoglienza e informazione turistica, nei mesi scorsi è partito il tour “Le Officine di Identità”, promosso da ANCI Toscana: il tour ha già toccato buona parte della Toscana e riprenderà nel mese di settembre.

Le prossime tappe previste sono: Portoferraio (10 settembre), Chiusdino (18 settembre), Gaiole in Chianti (25 settembre), Livorno (2 ottobre), Montignoso (9 ottobre), Pontedera (23 ottobre), Lastra a Signa (6 novembre), Scarperia e San Piero (22 novembre), Agliana (28 novembre).

Per avere maggiori informazioni sul regolamento del Testo Unico, sui finanziamenti per ambiti e prodotti turistici
o sul tour “Officine d’Identità”, contatta i nostri uffici.

Contatta CST Firenze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.