Turismo sportivo e impatto economico: CST al Festival della Comunicazione Sportiva


Genera dai 12 ai 15 mln di arrivi internazionali ogni anno nel mondo e rappresenta il 10% della spesa dell’industria turistica mondiale: è il turismo sportivo secondo i dati di European Travel Commission.

Un settore che mostra di avere grandi opportunità soprattutto per le ricadute economiche nei singoli territori. Secondo Technavio, a livello globale, il turismo sportivo rappresenta un mercato di oltre 1.400 miliardi di $ (1/3 turisti internazionali -2/3 turisti sportivi domestici), con prospettive di crescita di oltre il 41% entro il 2021.

L’Europa intercetta il 43% del turismo sportivo globale. Nel 2018 in Italia il 18,8% dei turisti hanno scelto di trascorrere vacanze all’insegna dello sport, come motivazione principale o secondaria. Scelte che si trasformano in importanti ricadute economiche per i territori che ospitano eventi sportivi o che offrono la possibilità di fare sport.

Alessandro Tortelli al Festival della comunicazione sportiva a Roma

Proprio al rapporto tra sport, flussi turistici e impatto economico è stato dedicato l’intervento che il direttore di CST Firenze, Alessandro Tortelli ha tenuto alla II edizione del Festival della comunicazione sportiva di Roma.

Due le case history presentate da CST Firenze a Roma: le Giornate Europee dello Sport a Castiglione della Pescaia e gli eventi dell’autodromo del Mugello.

Castiglione della Pescaia: +10% presenze tra 2014-2018

Per fare fronte al calo di flussi turistici registrato a partire dal 2007 il Comune di Castiglione della Pescaia ha deciso di investire sul turismo sportivo.

Grazie alla consulenza di CST Firenze, l’Amministrazione ha approvato un primo piano marketing triennale 2014-2016, puntando sull’organizzazione di eventi sportivi, denominati Giornate Europee dello Sport. Il periodo scelto è stato quello tra aprile e giugno.

Secondo i dati rilevati da CST Firenze, la crescita è stata registrata fin dal primo anno: +6,64 di arrivi e +3,49% di presenze. La crescita è stata continua negli anni successivi, tanto da spingere il Comune a prolungare il progetto anche negli anni successivi.

Ad oggi, Castiglione della Pescaia ha registrato tra 2013-18 una crescita degli arrivi del +20,93% e di presenze del +10,78%. In particolare l’aumento ha riguardato proprio il trimestre aprile-giugno: +42,83 di arrivi e +32,24% di presenze.

Autodromo Mugello: nel 2017 impatto da quasi 130 mln di euro

CST Firenze in collaborazione con Irpet è stato chiamato a rilevare l’impatto economico del circuito del Mugello sul territorio della Toscana.

Secondo le analisi effettuate, nel 2017 l’impatto economico complessivo generato dagli 88 eventi è stato di €129.1 mln, con 512.000 presenze turistiche (tra pernottamenti ed escursionisti) tra addetti ai lavori e spettatori agli eventi.

Il valore della produzione attivata dalle spesa dei visitatori e dalla gestione dell’autodromo, per il 61% (pari a 78 mln di euro) ha avuto ricaduta sul sistema del Mugello, il 24% nell’area di Firenze e il 15% nelle altre province toscane.

I posti di lavoro attivati sono stati complessivamente 1130, di cui 675 nel Mugello e 455 nel resto della Toscana, contribuendo per il 3,4% alla creazione del lavoro in ambito Mugello.

Lo sport e gli eventi sportivi continuano a rappresentare per i territori occasioni di spettacolo e di intrattenimento – ha concluso Alessandro Tortelli, direttore di CST Firenze – Contemporaneamente favoriscono i flussi turistici, generano ricadute economiche e contribuiscono alla conoscenza, valorizzazione e promozione dell’immagine di un territorio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.