Turismo in Europa: bene Grecia, Spagna e Turchia, calo dei prezzi negli alberghi


acropoli di atene

Grecia, Spagna e Turchia: sono questi i paesi, tra le prime dieci destinazioni europee, ad aver registrato la maggiore crescita per arrivi turistici internazionali nei primi otto mesi del 2014.

I dati sono stati resi noti nell’ultimo rapporto European Tourism – Trends & Prospects redatto dall’European Travel Commission.

Secondo quanto emerso, la Grecia avrebbe ottenuto un +16% rispetto al 2013, la Spagna un + 9% e la Turchia un + 7%.

I mercati a lungo raggio avrebbero supportato il positivo andamento delle destinazioni europee: è stata registrata infatti una forte crescita di arrivi dal Nord America, soprattutto dagli Usa, oltre che dalla Cina, dall’India e dagli Emirati Arabi Uniti, che hanno compensato la diminuzione del turismo russo.

Positive anche le prospettive per il turismo in europa nel 2015: secondo le previsioni di European Travel Commission si dovrebbe registrare una crescita tra il 2,5% e il 3,5%.

Intanto in Europa si registra un calo dei prezzi negli alberghi: secondo il rapporto del mese di novembre di Trivago Hotel Price Index (tHPI) i prezzi alberghieri delle 50 principali città europee hanno registrato un -13% rispetto al mese precedente.

Il calo maggiore dei prezzi si è registrato nelle città di Venezia (-44%), Firenze (-33%) e Roma (32%), seguite da Barcellona (-28%), Praga (-27%) e Lisbona (-27%).

Per fare un esempio, una notte in un hotel a Firenze nel mese di novembre ha un costo in media di €113 rispetto ai €168 di ottobre.

Il Trivago Hotel Price Index mostra la media dei prezzi alberghieri per le principali città europee: le tariffe per una camera doppia standard sono calcolate sulla base di 2 milioni di richieste quotidiane generate dal comparatore prezzi hotel trivago.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.