Turismo Estate 2021: 33 mln di arrivi e 140 mln di pernottamenti in Italia.


Estate 2021 con il segno positivo per il turismo in Italia grazie soprattutto al ritorno degli europei: è quanto emerge dalla consueta indagine di fine stagione realizzata da CST Firenze per Assoturismo Confesercenti.

L’estate 2021 è stata infatti caratterizzata in Italia da una crescita dei flussi stimata al +21% sul 2020, con 33 mln di turisti e 140 mln di pernottamenti.

Il trimestre estivo ha rappresentato una boccata di ossigeno per il settore del turismo – commenta Gianfranco Lorenzo, direttore del settore ricerca di CST Firenze – Grazie alle vaccinazioni e al Green Pass è stata favorita la mobilità e questo ha consentito il ritorno degli stranieri, soprattutto europei”.

TURISMO ESTATE 2021: SONO TORNATI GLI EUROPEI

La ripresa dei flussi nel trimestre estivo ha caratterizzato tutte le aree del paese.

Bene il Mare (+19%) e la Montagna (+13,1%), ma in ripresa anche Città d’Arte (+25,4%), Laghi (+29,2%), Colline (+20,4%) e Terme (+27,3%).

L’aumento stimato della domanda degli stranieri è stato del +25,1%. In particolare, si tratta di turisti europei con tedeschi (+40%); francesi (+30%), olandesi (+25%) e svizzeri (+21%).

TURISMO ESTATE 2021: INFOGRAFICA

Clicca e scarica l’infografica con i principali dati sull’andamento del turismo in Italia nel trimestre estivo.

Consulta tutti i dati dell’indagine di CST Firenze sul sito di Confesercenti.

SETTEMBRE IN CRESCITA MA INCERTEZZA PER FINE 2021

Se le previsioni per il mese di settembre sono positive, con una previsione di crescita dei flussi turistici stimata al +10%, pari a 3 mln di pernottamenti in più, più complessa è l’analisi per l’ultimo trimestre 2021.

La situazione di estrema incertezza rende difficile fare previsioni a lungo termine – conclude Gianfranco LorenzoIn particolare quello che è emerso anche dall’estate 2021 è la notevole contrazione di tempo tra la prenotazione di un viaggio e il viaggio stesso, rispetto al periodo pre-Covid: questo rende più complicati fare stime di lungo periodo.

Secondo il campione di strutture ricettive intervistato, il 18,4% prevede un aumento da qui a fine anno, il il 10% teme una flessione e il 23% ritiene che la situazione rimarrà stabile.


Sai che il settore Ricerca di CST Firenze effettua indagini ed analisi di mercato per Enti e imprese, pubbliche o private?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.