Turismo e formazione per l’Arcipelago Toscano


Migliorare la gestione del turismo nell’Arcipelago Toscano, promuovendo progetti di rete capaci di valorizzare le tipicità, dall’enogastronomia alla natura: è stato questo l’obiettivo del progetto Turismo e Formazione per l’Arcipelago Toscano, promosso da Anci Toscana e Confesercenti Toscana, in collaborazione con CST Firenze.

Il percorso si è concluso con la 1^ edizione della rassegna ValorizzArcipelago, una giornata dedicata alla valorizzazione delle tipicità dell’Arcipelago toscano, soprattutto dal punto di vista dell’enogastronomia e della natura.

L’evento si è tenuto all’Isola d’Elba in presenza e via streaming. All’iniziativa ha partecipato anche CST Firenze che ha presentato i dati sull’andamento del turismo nell’arcipelago toscano e i risultati del progetto formativo.

I dati del turismo nell’arcipelago toscano tra 2010 e 2020

Un trend in crescita dal 2010 al 2019, che ha risentito dell’impatto del Covid ma meno di altre aree della Regione: è il quadro della domanda turistica nell’arcipelago delle isole della Toscana, tracciato da CST Firenze.

Come illustrato dal direttore, Alessandro Tortelli, tra 2010 e 2019 la domanda nelle isole dell’Arcipelago è cresciuta sia in termini di arrivi (+14,2%) sia di pernottamenti (+4,2%). Dati compromessi dall’avvento della pandemia: nel 2020 infatti sono stati registrati 331 mila arrivi e 2,029 milioni di pernottamenti. Ad incidere è stata soprattutto la mancanza degli stranieri, mentre gli italiani hanno visto crescere la propria presenza (con una incidenza che è passata dal 64% al 76,1%).

La domanda italiana continua a concentrarsi nel trimestre estivo mentre gli stranieri preferiscono allungare la stagione anche nei mesi primaverili e autunnali.

Come la maggior parte delle destinazioni balneari, le isole dell’arcipelago toscano hanno sofferto meno l’impatto del Covid 19, nonostante il 2020 sia stato un anno da dimenticare, grazie alla maggiore presenza del mercato nazionale – ha spiegato Alessandro TortelliIl 2021 mostra già una prima ripresa ma l’arcipelago dovrà comunque affrontare la sfida dei cambiamenti imposti dalla nuova domanda turistica, con l’avvento di nuovi trend di viaggio, dall’importanza della sicurezza, alla scoperta delle tipicità e al grande valore dato alla sostenibilità ambientale e sociale”.

Guarda su FB la registrazione della giornata di ValorizzArcipelago. Clicca qui.


Il progetto “Turismo e Formazione per l’Arcipelago Toscano”

Sei incontri rivolti ad operatori e comunità locali per migliorare servizi, organizzazione e gestione del turismo: è stato questo l’obiettivo del percorso formativo organizzato da Anci Toscana e Confesercenti Toscana, in collaborazione con CST Firenze, nell’ambito del progetto europeo Interreg Mediterranean – WinterMed.

Gli incontri formativi si sono tenuti tra il 20 maggio e il 24 giugno e hanno avuto come obiettivo, migliorare l’organizzazione e la gestione del turismo e sviluppare la collaborazione tra i 3 Ambiti (Elba, Livorno e Maremma sud) che interessano le 7 isole toscane per la creazione e promozione di prodotti turistici, oltre a migliorare l’accoglienza attraverso gli Uffici IAT.

Varie le tematiche affrontate durante i seminari: dalla governance turistica, all’accoglienza, agli strumenti per la co-progettazione di esperienze e prodotti turistici. La formazione è stata tenuta da tecnici, studiosi, operatori e dirigenti di Anci Toscana, Toscana Promozione Turistica, Centro Studi Turistici e Parco dell’Arcipelago.

A chiudere il ciclo è stato il Laboratorio di co-progettazione che ha permesso ad una dozzina di operatori pubblici e privati, rappresentativi della filiera turistica dell’Arcipelago, di sperimentare le prime fasi di un percorso di rete.

Il gruppo di lavoro ha infatti delineato una proposta turistica esperienziale, unendo enogastronomia ed attività outdoor, da realizzarsi nelle 3 isole principali dell’Arcipelago Toscano attraverso l’organizzazione di un “Festival dell’Arcipelago”. Il festival, della durata di una settimana, è stato collocato temporalmente a ridosso o subito dopo i mesi di alta stagione, per favore così l’ampliamento della stagione turistica.


Sei interessato ai servizi di formazione e governance che CST Firenze mette a disposizione di Enti Pubblici e/o Privati?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.