Nuovo CdA di CST Firenze: confermati i vertici dirigenziali per affrontare le sfide del turismo


cst firenze

Dal marketing alla comunicazione, dagli enti locali alle associazioni di categoria: è un Consiglio di amministrazione formato da esperti dei diversi settori del mondo del turismo quello che guiderà nei prossimi anni il Centro Studi Turistici di Firenze.

Il nuovo CdA di CST Firenze è stato eletto dall’assemblea dei soci nel mese di maggio. Alla presidenza è stato chiamato il prof. Massimo Ruffilli, già membro del precedente Cda. Architetto e giornalista, attuale presidente di Automobil Club Firenze, Ruffilli ha maturato una vasta esperienza nella dirigenza di aziende pubbliche. “Sono molto orgoglioso di questo nuovo incarico – ha commentato – CST Firenze è da sempre un punto di riferimento importante per il turismo in Toscana e in Italia e il nuovo Consiglio di Amministrazione ha tutte le carte in regola per fare un ottimo lavoro nei prossimi anni”.

Ad affiancare il prof. Massimo Ruffilli, infatti, sono stati nominati dieci consiglieri: Lara Fantoni, già Direttore dell’Agenzia per il Turismo di Firenze e attualmente funzionario della Città Metropolitana di Firenze, Francesca Basanieri, sindaco di Cortona e delegata ANCI Toscana per il Turismo, Pierluigi Masini, segretario generale Federalberghi Toscana, Laura Lodone, responsabile turismo presso Confcommercio Arezzo, Fabrizia Fagnoni, già presidente di Confcooperative Pistoia, Gianni Masoni, responsabile turismo Confesercenti Toscana, Valerio Maccari, responsabile ufficio stampa Confesercenti nazionale, Alessandra Rosa, Direttore di Automobil Club Firenze, Laura Innocenti, Direttore vendite e marketing ARSHOTEL e Stefano Rosselli, Vicepresidente Confindustria Alberghi Firenze. Revisore Unico, Claudio Bartolucci Miceli.

Come spiegato dal direttore Alessandro Tortelli, nella prima riunione del nuovo CdA di CST Firenze, il Centro Studi Turistici conta attualmente 16 soci tra enti pubblici, comuni, associazioni di categoria, cooperative e sindacati: l’organico è composto da 8 dipendenti e da un nutrito gruppo di collaboratori che operano soprattutto nel settore della ricerca e della formazione. Confermati dal nuovo Cda di CST Firenze i vertici dirigenziali: Alessandro Tortelli, direttore scientifico, Gianfranco Lorenzo, direttore settore studi e ricerca e Aldo Frigeri, direttore settore formazione.

Fin dal 1975 il Centro Studi Turistici ha operato nell’ambito del turismo, sia nel settore ricerca che in quello della formazione, diventando un punto di riferimento non solo per il territorio della Toscana ma in tutta Italia. Attualmente sono 70 i comuni toscani con i quali CST Firenze collabora nell’ambito degli Osservatori Turistici di Destinazione, mentre sul fronte della consulenza alle imprese gli interventi più significativi sono circoscritti al settore ricettivo e alla valutazione di impatto economico di manifestazioni/eventi.

CST Firenze ha lavorato anche in Puglia, Basilicata e, lo scorso anno, in Sicilia, realizzando progetti di ricerca e studio finalizzati a programmi di pianificazione strategica. Da tempo ha sviluppato collaborazioni con soggetti attivi in Emilia Romagna, in particolare con la Borsa delle 100 Città d’Arte e la Borsa del Turismo Fluviale. Sempre nell’ambito della ricerca, negli ultimi anni CST Firenze ha realizzato importanti monitoraggi, ripresi dalle principali testate nazionale, su fenomeni come il wedding tourism, il turismo sportivo, musica fiction e turismo e il turismo nei borghi.

Per quanto riguarda il settore della formazione, dagli anni ’80 il Centro Studi Turistici di Firenze è un punto di riferimento per corsi ed attività legate al turismo, al marketing e alla comunicazione, grazie anche alla partecipazione a bandi regionali. Inoltre cura progetti internazionali per apprendistato, tirocini e stage in Europa e Regno Unito, a cominciare dal progetto Movil’ App fino al recente progetto Erasmus Plus Dante. Infine, CST Firenze è stato tra i promotori del progetto ITS e attualmente fa parte della Fondazione TAB su Turismo e Beni Culturali e del Polo Tecnico Professionale su Turismo, Hotellerie e Beni Culturali.

“Negli ultimi anni il mondo del turismo ha avviato una profonda mutazione, dovuta in gran parte all’avvento di nuovi modi di viaggiare: il Centro Studi Turistici di Firenze è pronto per affrontare ed analizzare questi cambiamenti – ha aggiunto il direttore, Alessandro Tortelli – Proprio in questa direzione opererà il nuovo cda del CST Firenze, i cui membri sono stati scelti proprio perchè persone esperte e qualificate in questo settore, capaci quindi di aiutarci a migliorare la professionalità del nostro lavoro.”

alessandro tortelli

Il nuovo CdA di CST Firenze sostituisce quello eletto nel 2013, guidato dal presidente Giacomo Billi e composto da Stefano Bollettinari, Tullio Galli, Sandra Montelisciani, Mario Mordini, Massimo Pezzano, Alessandra Rosa, Massimo Ruffilli, Giacomo Cucini e Marco Fazzini come revisore unico.

“Colgo l’occasione per ringraziare di cuore tutti i membri dell’ex CdA ed in particolare Giacomo Billi – ha concluso Tortelli – Grazie anche al loro lavoro, in questi ultimi anni CST Firenze ha compiuto un grande salto di qualità ed oggi ha tutti gli strumenti per proseguire sulla strada già intrapresa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.