I numeri del turismo a Firenze: oltre €2 miliardi di spesa l’anno e 19.000 occupati


il turismo cresce, firenze cambia: convegno confesercenti

Una spesa dei turisti stimata in oltre 2 miliardi di euro all’anno, oltre 12.000 attività coinvolte per oltre 19.000 posti di lavoro: sono alcuni dei numeri del turismo a Firenze secondo l’analisi presentata da Centro Studi Turistici, in occasione del convegno “Il turismo cresce, Firenze cambia”, organizzato da Confesercenti Firenze.

Al convegno, che si è tenuto presso l’Auditorium dell’Infopoint della stazione S. Maria Novella il 12 dicembre, hanno partecipato istituzioni, politici e rappresentanti di associazioni di categoria con l’obiettivo di avviare un confronto costruttivo sulle politiche di sviluppo del turismo e di Firenze.

Il turismo cresce, Firenze cambia: alessandro tortelli e claudio bianchi

Ad aprire i lavori è stato Alessandro Tortelli, direttore di CST Firenze, che ha presentato i dati della ricerca commissionata da Confesercenti sull’andamento dei numeri del turismo a Firenze negli ultimi 16 anni.

Nell’analisi sono stati riportati ed elaborati dati da CST Firenze per l’Osservatorio Turistico di destinazione del Comune di Firenze e di recenti studi di terze parti (Indagine Vodafone e dati AirDNA).

NUMERI DEL TURISMO A FIRENZE: CRESCONO I PERNOTTAMENTI IN STRUTTURE RICETTIVE UFFICIALI E GLI ESCURSIONISTI 

numeri del turismo a Firenze da 2000 a 2016

Dal 2000 al 2016 Firenze ha registrato una crescita di arrivi presso le strutture ufficiali del +29,4% mentre le presenze sono aumentate del +37,2%. Nei primi 8 mesi del 2017 la crescita stimata è del +6,6% per gli arrivi e del +6,9% per le presenze.

La crescita maggiore riguarda gli stranieri (+45,3%) e i pernottamenti nelle strutture extra-ricettive (+74,5%). Le presenze dei turisti si concentrano soprattutto nei mesi di luglio e agosto, mesi nei quali, paradossalmente, la vivibilità della città è percepita però come migliore, in quanto viene a mancare la presenza dei residenti.

Rimane stabile negli ultimi anni il fenomeno dei pernottamenti in strutture non ufficiali, che nel 2016 sono stati 5,8 milioni, così come quello degli escursionisti, ovvero coloro che visitano Firenze ma non pernottano. Nel 2016 sono stimati 5,5 mln di escursionisti concentrati tra aprile e ottobre, per una media di 15.000 visitatori al giorno.

BOOM DI POSTI LETTO A FIRENZE NEGLI ULTIMI 16 ANNI: CRESCONO GLI ANNUNCI ONLINE
Nel 2000 i posti letto in strutture ricettive ufficiali a Firenze erano poco più di 32.000 mentre nel 2016 hanno toccato la cifra di oltre 46.500, con un aumento del +42%. La crescita maggiore è nel settore extralberghiero che ha registrato un +287,2% di strutture.

Cresciuta anche la presenza sul web: negli ultimi 3 anni gli annunci su Airbnb sono passati da oltre 5.700 a 8.887 mentre su Booking.com il numero è cresciuto da 1.765 strutture a 3.675, di cui 2.700 sono appartamenti.

INFRASTRUTTURE: AEREO E AUTO I MEZZI PIU’ USATI 
Aereo e auto sono i mezzi più utilizzati per raggiungere Firenze, come già emerso nel corso del convegno organizzato da ACI Firenze.

In particolare la crescita di arrivi dell’Aeroporto di Firenze negli ultimi 16 anni è stata del +65,7%, con un aumento del +3,2% di media annua.
A crescere sono stati soprattutto i passeggeri sui voli internazionali che nel 2016 hanno oltrepassato la quota di 2 milioni. Il mercato principale è quello tedesco (17,1%) seguito da Francia 10,1%, Spagna 7% e Olanda 5,6%.

QUANTO VALE IL TURISMO PER FIRENZE? 

numeri del turismo a firenze: spesa turisti

E’ di 2.048 milioni di euro la stima della spesa turistica nel 2013 rilevata da CST a Firenze, per una spesa pro capite di 147 euro al giorno a turista. Le voci di spesa più importanti riguardano alloggio (37,4%), ristorazione (14,9%), beni e servizi (11,4%) e vestiario e accessori (11%).
Oltre 12.000 le attività che lavorano in questo comparto, tra strutture ricettive, attività commerciali, agenzie di viaggio e guide, per oltre 19.000 posti di lavoro.

In crescita anche gli introiti dell’imposta di soggiorno: da 11,7 milioni del 2011 a 30 milioni di euro nel 2016, mentre per il 2017 è stimato un ulteriore aumento per le casse del Comune di Firenze di ben 3 milioni di euro.

 

—) Le slides della ricerca CST con i numeri del turismo a Firenze sono disponibili sul sito di Confesercenti Firenze.

 

IL TURISMO CRESCE, FIRENZE CAMBIA: IL DIBATTITO 

il turismo cresce, firenze cambia: il decalogo

I numeri del turismo a Firenze forniti da Centro Studi Turistici hanno costituito la base del successivo confronto tra amministratori, politici e associazioni di categoria che ha animato il convegno Il turismo cresce, Firenze cambia.

Ad intervenire, tra gli altri, Claudio Bianchi, presidente di Confesercenti Firenze, che ha presentato al Comune di Firenze 12 proposte per gestire le politiche di sviluppo della città, e Anna Paola Concia, assessore al turismo di Firenze che si è detta disponibile a lavorare insieme per fare rete.

“Non mi piace parlare di overtourism perchè anche i numeri ci mostrano come il turismo per Firenze sia una grande ricchezza – ha concluso Anna Paola Concia – Il turismo è un fenomeno in crescita che va sicuramente governato ma dobbiamo farlo lavorando tutti insieme: occorre fare rete con tutti i soggetti coinvolti, non solo per gestire i flussi, come stiamo facendo già con MIBACT e le altre grandi città italiane, ma anche promuovendo un turismo di qualità a Firenze”.

Un concetto condiviso da Francesco Tapinassi, dirigente MIBACT: “Anche l’Europa si sta interrogando su come gestire l’aumento dei flussi turistici e non esiste una ricetta unica: andiamo dalla Lettonia che vuole liberalizzare tutto all’Irlanda che ha intezione di vietare la locazione turistica – ha concluso – In Italia abbiamo finalmente approvato il Piano Strategico del Turismo e adesso stiamo lavorando con le 5 maggiori città italiane, Milano, Venezia, Roma, Firenze e Napoli, per promuovere una seria riflessione e condividere strumenti di gestione dei flussi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.