Formazione: in Toscana nasce ITS “Turismo, Arte e Beni Culturali”


palagio di parte guelfa

Un percorso di formazione che crei le competenze necessarie su turismo e beni culturali nei diversi territori toscani: è il progetto del nuovo Istituto Tecnico Superiore ITS “Turismo Arte e Beni culturali”, promosso dal Comune di Firenze, Centro Studi Turistici di Firenze, Istituto Tecnico per il Turismo M. Polo di Firenze, Università di Firenze e Una Hotels.

Il progetto prevede infatti la costituzione in Toscana di un Istituto Tecnico Superiore per la filiera del Turismo e dei Beni culturali: ad aderire sono 87 soggetti, tra istituti, enti pubblici e privati e agenzie formative delle province di Firenze, Lucca, Siena ed Arezzo.

Tra questi anche il Centro Studi Turistici di Firenze che ha fortemente creduto nel progetto: “Siamo molto soddisfatti di fare parte di questa importante soggetto voluto dal Comune di Firenze – commenta Giacomo Billi, presidente di CST Firenze – Il nuovo ITS, che nasce dall’impegno di così tante realtà qualificate, è chiamato a ricoprire un ruolo davvero rilevante per la formazione in Toscana.”

L’avvio dell’attività formativa del nuovo ITS “Turismo Arte e Beni culturali” è previsto entro la fine del 2015.

Il progetto, che ha visto l’adesione di Comuni (come Siena e Sesto Fiorentino), province (come Arezzo, Lucca e Livorno), Enti (come Fondazione Sistema Toscana e Convention Bureau di Firenze), e imprese (come il Ciocco di Lucca e la Cooperativa Archeologia), ha come capofila l’ITT M. Polo mentre la sede è stata fissata al Palagio di Parte Guelfa a Firenze.

In tutti i territori coinvolti verrà avviata un’ampia azione di confronto con imprese ed enti pubblici e privati per definire le figure che saranno formate, i fabbisogni occupazionali e i profili delle competenze necessarie allo sviluppo economico ed occupazionale locale.

cst firenze

In particolare per quanto riguarda Firenze il tema centrale intorno al quale si svilupperà l’azione di formazione sarà proprio la valorizzazione dei Beni Culturali.

“Its è una grande occasione per dare un impulso fatto di intelligenze, competenze ed energie ai settori del turismo e dei beni culturali – spiega Aldo Frigeri, responsabile del settore formazione del CST Firenze – Rappresenta un’occasione sia per i giovani che intendano valorizzare le proprie capacità sia per le imprese alla ricerca di risorse umane in grado di vincere le sfide del futuro”

Nelle prossime settimane verrà costituita la Fondazione, che dovrà gestire il progetto ITS “Turismo Arte e Beni Culturali”, così come richiesto dai requisiti di legge fissati dal Ministero dell’Istruzione: al Comune di Firenze, primo promotore, toccherà il compito di designare il presidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.