Apprendistato: CST Firenze in Francia per la Journée Nationale Movil’ App


journe national movil app

Il 21 e 22 maggio il Centro Studi Turistici è volato in Francia, a Brest, per partecipare alla Journée Nationale Movil’ App, la Giornata Nazionale dedicata al programma per l’apprendistato in tutta Europa.

Da ormai cinque anni infatti CST Firenze è partner dell’ Ifac di Brest, il Centro di Formazione della Bretagna gestito dalla CCI locale, la Camera di Commercio francese. Grazie al progetto Movil’ App, questa collaborazione ha permesso di ospitare in Toscana un centinaio di studenti francesi e di mandare in Bretagna una trentina di studenti italiani, per consentire loro di svolgere l’apprendistato, ovvero l’alternanza di pratiche di lavoro in azienda allo studio classico.

Ifac di Brest, visitato nelle scorse settimane anche dal Presidente francese François Holland, è infatti un vero e proprio Campus dei Mestieri che conta 1800 apprendisti in vari settori, dai parrucchieri, ai meccanici, ai cuochi etc.

ifac

Il convegno del 21 e 22 maggio è servito a fare il punto sullo sviluppo di Movil’ App, sezione dedicata ai lavoratori del progetto Leonardo da Vinci (oggi chiamato Erasmus+), ovvero lo scambio di apprendistato in Europa per i ragazzi che lavorano, esattamente come avviene per l’Erasmus degli studenti.

Ifac, che ha aderito al progetto europeo circa 7 anni fa, ha riunito per due giorni i rappresentanti delle Camere di Commercio di tutta la Francia e i partner europei, come Germania, Francia, Spagna e appunto Italia, rappresentata da Tiziana Pieraccini del Centro Studi Turistici.

movil app

“Nella due giorni ogni paese ha tracciato il bilancio dell’andamento del progetto in questi anni – spiega Tiziana Piraccini, Tutor per CST Firenze del progetto Movil’ App – Dal nostro punto di vista questa esperienza ci ha permesso di toccare con mano l’importanza per i ragazzi dell’alternanza tra lo studio e la pratica di lavoro in azienda”.

Il Centro Studi Turistici di Firenze infatti da cinque anni si occupa di collocare gli studenti francesi nelle aziende del territorio fiorentino: l’ultimo progetto, nel 2014, che ha visto l’impiego in stage di una decina di ragazzi francesi nelle macellerie di Firenze e del Chianti, è stato anche raccontato dal Corriere Fiorentino.

“In Italia fino ad oggi l’apprendistato era molto diverso da quello concepito in Francia ma da quanto emerso nella due giorni a Brest l’alternanza studio-lavoro in azienda e la mobilità all’estero appaiono sempre più il futuro della formazione – conclude Tiziana Pieraccini – Noi abbiamo iniziato a credere in questo progetto già da alcuni anni e proseguiremo su questa strada: l’incontro ci ha infatti consentito di prendere contatti con altri paesi con i quali valuteremo l’avvio di nuovi partenariati, oltre a quello francese, sui temi della formazione e dell’apprendistato”.

tiziana pieraccini a brest

“La Toscana sta cercando di individuare nuove strade per rendere l’alternanza scuola–lavoro sempre più efficace, in una situazione che ha visto negli ultimi anni aggravarsi la già difficile situazione occupazionale giovanile – aggiunge Aldo Frigeri, responsabile Area Formazione CST Firenze – Il Centro Studi Turistici insieme all’Istituto Alberghiero Vasari di Figline Valdarno, nell’ambito del Polo Tecnico Professionale “Turismo, Hotelerie e Beni Culturali”, costituito per nostra iniziativa, sta sperimentando una strada innovativa in regione, che prevede l’inserimento in azienda dei giovani che frequentano il quarto anno del Vasari con un contratto sperimentale di apprendistato: questo permetterà loro di iniziare un’esperienza lavorativa già a partire dagli ultimi 2 anni di corso scolastico e alle aziende di attivare un percorso professionale che potrà concludersi dopo 2 anni con la disponibilità di giovani addestrati e formati nel contesto degli obiettivi aziendali”.

progetto movil app macellerie

L’apprendistato e il progetto Movil’App sono solo uno degli aspetti della formazione gestita da CST Firenze: per saperne di più, visita la sezione Formazione o contattaci scrivendo a a.frigeri@cstfirenze.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.