Digitalizzazione, cultura e territorio: innovazione nelle PMI


Quando
08/10/2018
10:00 - 13:00

Sede
Palazzo del Pegaso

Categorie

Applicare il modello 4.0 alle PMI del commercio, del turismo e dei servizi rappresenta una preziosa occasione per favorire l’innovazione e la modernizzazione di comparti economici importanti e adeguarli alle tendenze di mercati. La vera sfida è inserire la “digitalizzazione” in un processo consapevole di evoluzione e di miglioramento della competitività aziendale in un’ottica di sistema. Per sostenere lo sviluppo e la crescita delle PMI non manifatturiere, Confesercenti Toscana ha promosso Paradigma Impresa 4.0; un partenariato strategico/progettuale tra soggetti pubblici e privati con competenze diverse e complementari, finalizzato all’innovazione e alla valorizzazione delle imprese.

L’iniziativa sarà presentata nell’incontro pubblico Digitalizzazione, Cultura e Territorio: l’innovazione nelle PMI del commercio, del turismo e dei servizi che si terrà LUNEDI’ 8 OTTOBRE a Firenze.

L’appuntamento è nella Sala del Gonfalone, a Palazzo del Pegaso, in via Cavour 4, a Firenze.

PROGRAMMA DIGITALIZZAZIONE CULTURA E TERRITORIO

Ore 10.00 – Registrazione dei Partecipanti
Saluti istituzionali
Eugenio Giani, Presidente del Consiglio regionale della Toscana

Introduce
Mauro Bussoni, Segretario Generale Confesercenti Nazionale

Da Industria 4.0 a Impresa 4.0: il quadro delle politiche regionali
Albino Caporale, Direttore Sviluppo economico Regione Toscana
Nico Gronchi, Presidente Confesercenti Toscana
Stefano Ciuoffo, Assessore allo Sviluppo economico della Regione Toscana

Turismo, Cultura, Territorio e Tecnologie abilitanti: il partenariato di Paradigma Impresa 4.0 si presenta:
PromoPa Fondazione; DICI – UniPi; Fondazione per il Clima e la Sostenibilità; Centro Studi Turistici;
Coordina: Lucio Scognamiglio, Presidente Eurosportello – DIH Confesercenti Toscana

Testimonianze dal pubblico

La partecipazione è gratuita previa registrazione online: la scheda di registrazione è disponibile sul sito di Confesercenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *